Modà, Gioia: testo e audio del nuovo singolo in radio dal 12 aprile 2013

Modà, Gioia: testo e audio del nuovo singolo in radio dal 12 aprile 2013

Modà

Dopo la sanremese Se Si Potesse Non Morire c’è un nuovo singolo per i Modà: Gioia, con testo e audio della title-track dell’ultimo album già disponibili sul web. Proprio in occasione dell’avvio del tour 2013, che nella prima data del Palalottomatica di Roma ha fatto segnare un entusiastico tutto esaurito (in attesa di trasferirsi a Milano dove i Modà sono attesi da un Forum di Assago sold out per più di una serata), la band di Kekko Silvestre lancia venerdì 12 aprile un nuovo brano per le radio e, vista la qualità e l’orecchiabilità di Gioia, state pur certi che lo ascolteremo molto a lungo, probabilmente fino all’arrivo dell’estate. Presto avremo anche l’occasione di gustarci il video nel quale Kekko e gli altri interpretano un gruppo di dottori in sala parto in attesa che venga al mondo la piccola Gioia (che nella realtà è la sua bimba, nata un anno e mezzo fa). Insomma, si capisce benissimo come Gioia sia la canzone più personale dell’album ed infatti l’interpretazione di Kekko risulta appassionata come non mai.

  • I Modà
  • I Modà a Sanremo 2005
  • Kekko Silvestre al teatro Ariston
  • Kekko Silvestre in conferenza stampa
  • Il gruppo dei Modà

Il nuovo singolo Gioia esce mentre Se Si Potesse Non Morire, dopo l’enorme visibilità sanremese anche se non supportata dalla vittoria finale del Festival, ha ricevuto nuova linfa come tema musicale (insieme a Come un pittore) del film adolescenziale ‘Bianca come il latte, rossa come il sangue’ di Giacomo Campiotti, uscito lo scorso 4 aprile e accolto molto bene al botteghino.

Intanto, dopo lo sfavillante inizio in quel di Roma, il Gioia Tour 2013 dei Modà prosegue con tutte le altre attesissime date previste a Milano, Genova, Bologna, Padova, Bolzano, Firenze, Caserta, Bari, Palermo e Torino.

Modà, Gioia: audio

Modà, Gioia: testo

Sognare di volare e avere sempre il bisogno, di nuove sensazioni per cancellare un ricordo.
E non esiste un cielo, senza stelle se resto ad occhi chiusi ed oltre, oltre le nuvole guardo.

Eppure gioia, se penso che son vivo, anche in mezzo al casino.
Eppure gioia, se penso che da ieri, io sono ancora in piedi.

Pensare di star male è non avere rispetto, verso chi sta peggio, verso chi invece è già morto.

Eppure gioia, se penso che son vivo,
anche in mezzo al casino.
Eppure gioia, se penso che da ieri, io sono ancora in piedi.

Distendersi su un prato e respirare la luce, confondersi in un fiore e ritrovarsi a sentire, l’odore dell’estate, la fatica delle salite, per apprezzarle meglio, quando saranno discese.

Eppure gioia, se penso che son vivo, anche in mezzo al casino.
Eppure gioia, se penso che da ieri, io sono ancora in piedi.

484

Segui Music Room

Mer 10/04/2013 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici