Kurt Cobain: ‘Esiste un album solista’, la rivelazione shock di Eric Erlandson

Kurt Cobain: ‘Esiste un album solista’, la rivelazione shock di Eric Erlandson

Kurt Cobain

A distanza di due settimana dalla commemorazione del 18 anniversario della morte di Kurt Cobain, scoppia nel web una notizia bomba circa l’esistenza di un album solita del tutto inedito del fu front man dei Nirvana. Ebbene sì, Eric Erlandson, il chitarrista delle Hole, se ne è uscito con una rivelazione del tutto inaspettata: Kurt Cobain avrebbe registrato poco prima della sua morte, avvenuta il 5 aprile del lontano 1994, un fantomatico album solista. A detta di Erlandson non si tratterebbe di una semplice raccolta di demo e provini vari, bensì di qualcosa di molto più consistente: se ci fosse stato giusto il tempo di sistemarlo avrebbe potuto rappresentare il ‘White album’ di Kurt Cobain, l’angelo biondo e maledetto.

Ecco quanto ha dichiarato il chitarrista Erlandson:

Musicalmente stava prendendo una direzione molto interessante. Avrebbe potuto essere il suo
-White album-. E’ così che lui avrebbe voluto procedere: fare un disco solista collaborando però con tante persone diverse. Era estremamente entusiasta di quello che stava facendo: mi aveva persino fatto sentire qualcosa, suonandomi personalmente qualche canzone. Ecco perché ero così triste il giorno della sua morte: è stato interrotto un lavoro eccezionale. Chissà come sarebbe il mondo della musica, oggi, se lui avesse potuto finire quello che aveva iniziato
’.

Ce lo chiediamo anche noi: quanto sarebbe cambiato ad oggi il ricordo dei Nirvana da un lato e di Kurt Cobain solista dall’altro? Avremmo iniziato a sognare una loro reunion? Oggi forse avremmo soltanto un sogno infranto in più chiuso nel cassetto….

Tuttavia, tornando alla tardiva dichiarazione di Eric Erlandson, ci sono alcuni punti che lasciano spazio a diversi interrogativi: nel discorso Eric non indica chi sia il proprietario di questo presunto materiale inedito, certo supponiamo che sia nelle mani della vedova Courtney Love. Strano però, che un personaggio così esuberante (per essere diplomatici) come la cantante delle Hole non ne abbia mai fatto parola con nessuno, nel corso di ben 18 anni. E i presunti collaboratori di questo lavoro, possibile che non abbiano mai sentito l’esigenza di dichiarare qualcosa riguardo ad un progetto del genere?

Le uniche parole inerenti alla questione, pronunciate dal chitarrista sono le seguenti:

Io non ho alcun controllo su questa cosa. Vorrei solamente che qualcuno si facesse carico di assemblarla e pubblicarla. Credo che per i fan sarebbe una cosa ottima, perché credo che – eccezion fatta per tre persone al massimo – nessuno abbia mai sentito queste canzoni. Tutto quello che so è che qualcuno avrebbe già messo insieme qualche mix grezzo, prevalentemente acustico. So che nel disco c’è una cover, ma non so di che brano sia: i nastri non li ho io. E’ una canzone molto toccante. Spero solo che il tutto un domani possa venire pubblicato, per la gioia dei fan. E’ una cosa che spezza il cuore, e – per me – non è una sorpresa’.

Possibile che la morte di un’artista del calibro di Kurt Cobain non possa mai avere tregua?
Del resto, è pur vero che i miti rimangono immortali con le proprie canzoni ma anche con i propri guai…

577

Segui Music Room

Mar 17/04/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici