Jovanotti, Estate: testo e video del nuovo singolo da Backup – Lorenzo 1987-2012

Jovanotti, Estate: testo e video del nuovo singolo da Backup – Lorenzo 1987-2012
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Lorenzo Jovanotti

E’ arrivata la bella stagione e Jovanotti piazza Estate (testo e video li trovate tra qualche rigo) come nuovo singolo, il quarto per l’esattezza, da Backup – Lorenzo 1987-2012, la mega-raccolta dei suoi successi che, nonostante sia stata pubblicata lo scorso novembre, staziona ancora nei primissimi posti della Album Charts italiana: l’ultima classifica FIMI la pone addirittura in terza posizione, un risultato incredibile per un disco uscito ormai da oltre sette mesi. Merito anche del bellissimo Tour 2013 negli stadi che proprio in questo periodo vede Jovanotti in giro per l’Italia, in un viaggio lungo dodici tappe da nord a sud della penisola: uno show indimenticabile, costruito su una scaletta di oltre trenta canzoni scelte da una ricca discografia fatta di 25 anni di hit straordinarie e di classici che hanno segnato momenti di vita collettivi e personali. Le rimanenti date del Backup Tour vedranno Jovanotti esibirsi il 6 luglio a Palermo, il 10 a Pescara, il 13 a Padova, il 16 a Torino e il 20 a Cagliari.

  • Jovanotti
  • Jovanotti canta
  • Jovanotti con il cappello
  • Jovanotti con la chitarra
  • Jovanotti a Sanremo
  • Jovanotti in posa
  • Jovanotti in copertina su Rolling Stone

Il singolo Estate di Jovanotti è un bel reggae dai ritmi spensierati, perfetto da ascoltare in spiaggia o durante i viaggi in macchina verso la meta delle ferie. Come ho già accennato, il brano segue i precedenti singoli Tensione Evolutiva, Terra degli Uomini e Ti Porto Via Con Me che hanno tutti ottenuto un grande successo commerciale e frequentissimi passaggi radiofonici. Ed Estate non sarà sicuramente da meno!

Jovanotti, Estate: video ufficiale

Jovanotti, Estate: testo

Vedo nuvole in viaggio
che hanno la forma delle cose che cambiano,
mi viene un po di coraggio
se penso poi che le cose non rimangono mai,
come sono agli inizi
2013 un nuovo solstizio,
se non avessi voluto cambiare oggi sarei allo stato minerale.
Mi butto, mi getto tra le braccia del vento, con le mani ci faccio una vela
e tutti i sensi li sento
più accesi più vivi,
come se fosse un’antenna sul tetto che riceve segnali da un mondo perfetto.

Sento il mare dentro a una conchiglia,
Estate,
l’eternità è un battito di ciglia.
Sento il mare dentro a una conchiglia,
Estate,
l’eternità è un battito di ciglia.

Faccio file di files
e poi le archivio nel disco per ripartire
non li riaprirò mai,
il passato è passato
nel bene e nel male.
Come un castello di sale
costruito sulla riva del mare,
niente resta per sempre nel tempo
uguale.
Mi butto, mi getto tra le braccia del vento,
con le mani ci faccio una vela,
aereoplani coi libri di scuola.
Finita, per ora
inclinato come l’asse terrestre
voglio prendere il sole
è il programma del prossimo trimestre.

Sento il mare dentro a una conchiglia,
Estate,
l’eternità è un battito di ciglia.
Sento il mare dentro a una conchiglia,
Estate,
l’eternità è un battito di ciglia.

Come un’orbita la vita mia
gira intorno a un centro di energia,
sento il tuo respiro
che mi solleva
è una vita nuova.

Sento il mare dentro a una conchiglia,
Estate,
l’eternità è un battito di ciglia.
Tutto il mare è dentro una conchiglia,
l’eternità è un battito di ciglia.

E tutto il mondo è la mia
famiglia ooh
famiglia eeh.

Estate,
estate.
Ma che caldo
ma che caldo
ma che caldo fa.
Ma che caldo
in questa città.

587

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 05/07/2013 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici