J-Ax: testo “Anni Amari” feat. Pino Daniele

J-Ax: testo “Anni Amari” feat. Pino Daniele
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Nel nuovo album di J-Ax, Deca Dance, ritroviamo la coppia Pino Daniele-Ax che tanto ci è piaciuta ne “Il sole dentro di me”. Un duetto insolito fino a qualche mese fa che però ora apprezziamo e cerchiamo. Vi propongo il testo del brano “Anni Amari”

.

“Anni Amari” è un forte ed evidente richiamo al pezzo “Voglio di più” di Pino Daniele. J-Ax lo ha personalizzato e lo ripropone con la inconfondibile voce di Daniele. Il duetto ritorna a farsi sentire. Ecco il testo del brano che è la nona tracca del cd “Deca Dance” di J-Ax uscito venerdi scorso.


ANNI AMARI

IERI MI HANNO SUONATO ALLE 4 DEL MATTINO
FUORI QUALCUNO URLAVA SCENDI SOTTO TI OFFRO UN TIRO
E SUONA SUL CELLULARE
È L’ENNESIMO ATTACCHINO
DA SEMPRE QUALCHE INFAME DÀ IL MIO NUMERO IN GIRO
FA PARTE DEL GIOCO CI SONO I PRO E I CONTRO
AL MONDO
NIENTE È GRATIS DICO PRONTO…PAGO IL CONTO
GUARDO LO SPECCHIO SENZA RIBREZZO
CON GLI ANNI CHE HO AMMETTO ADESSO
POSSO DARE UN PREZZO A QUELLO CHE HO
PENSAVO BASTASSE IL ROCK’N’ ROLL
BASTASSE L’INSTABILITÀ
E INVECE ANCH’IO HO SCADENZE TASSE E RESPONSABILITÀ
COSÌ LA VITA ASSOMIGLIA A QUELLA DI MIO PAPÀ
ORA CAPISCO HO UN FAMIGLIA
SE STO DISCO NON VA NON MANGERÀ
NON SONO QUELLO CHE MAGARI TI ASPETTAVI TU
CHE MI HAI GIUDICATO DAI 3 MINUTI CHE VEDI IN TV
A VOLTE MI SENTO LA CAVIA DEI VOSTRI TABÙ
MA NON PENSIATE CHE SIA QUELLO CHE VOGLIO IO

VOGLIO DI PIÙ DI GOSSIP E MODE
DI QUELLO CHE VEDI SESSO E BANCONOTE
VOGLIO DI PIÙ DI UN TORMENTONE
DI QUESTI ANNI AMARI DI GROUPIES E DROGHE
SAI CHE NON STRISCERÒ PER FARMI VALERE
VIVRÒ COSÌ CERCANDO UN SENSO ANCHE PER TE

IERI MI SONO ALZATO ALLE 4 DEL MATTINO
DOPO I CONCERTI DORMO MALE CHIUDO GLI OCCHI E LI RIVIVO
E SUONA SUL CELLULARE LA MIA BAND È ANCORA IN GIRO
IL CONCERTO È STATO UGUALE A ME
TUTTO ESAURITO
SEMBRA IMPOSSIBILE IL MONDO GIRA SUL MIO DITO
ED È INCREDIBILE SE PENSO A QUANTI MI PRENDONO IN GIRO
O SE PENSO A QUANTI MI CREDONO UN MITO
IO HO CAPITO SENZA LEI IO SAREI SOLO COL MIO ORO UN FALLITO
E ANCH’IO HO SCADENZE TASSE E RESPONSABILITÀ
MA QUESTA VITA È FACILE CONFRONTO A QUELLA DI PAPÀ
E MENO MALE PERCHÈ QUEL CORAGGIO NON L’AVREI
DOPO DUE ANNI ANDREI AL LAVORO COL CANNONE E SPAREREI
NON SONO QUELLO CHE MAGARI TI ASPETTAVI TU
UGUALE A 100 ALTRI CANTANTI CHE VEDI IN TV
NON VOGLIO IL POSTO DA SCIAMANO DELLA TREND TRIBÙ
O QUELLO DA IL SANTONE O DELL’ESEMPIO DI VIRTÙ IO…

RIT.

E CERCO UN SENSO
PERCHÉ QUELLO CHE MI DATE È VECCHIO
NON CI CREDO
QUESTO MITO DI CUI TUTTI PARLATE
STO ALLO SPECCHIO E NON LO VEDO
E STO SISTEMA PIÙ MI RIBELLO
PIÙ MI METTE AL CENTRO
QUINDI MI TAGLIO COL COLTELLO PERCHE A VOI PIACE
GUARDARMI DENTRO

533

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Dom 14/06/2009 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
3 novembre 2009 09:25

non sklerare j ax sei davvero un MITO!!! per tutti noi ke askoltiamo le tue poesie ritmate!:D kiss

Rispondi Segnala abuso
Seguici