Giusy Ferreri, Ti porto a cena con me: testo e video del brano di Sanremo 2014

Giusy Ferreri, Ti porto a cena con me: testo e video del brano di Sanremo 2014
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Giusy Ferreri, tra i Big di Sanremo 2014

Giusy Ferreri sale sul palco del Festival di Sanremo 2014 con le canzoni Ti porto a cena con me – il testo del brano dopo il salto – e L’amore possiede il bene. Oltre al titolo decisamente invitante della canzone, del brano si sa poco prima della sua interpretazione all’Ariston: la cantante, infatti, non ha partecipato all’anteprima dei brani dei Big in gara che si è tenuta in gennaio a beneficio della stampa. Anche il testo di questo brano è firmato da Roberto Casalino, uno dei parolieri di fiducia della cantante. Il titolo è sicuramente azzeccatissimo e suscita la giusta curiosità in quest’epoca dominata dai talent show culinari e dalla riscoperta del piacere di mettersi ai fornelli.

  • Giusy Ferreri
  • A Sanremo con L'Amore Possiede Il Bene e Ti Porto a Cena con Me
  • Bellezza mediterranea
  • Cresciuta in provincia di Milano
  • Firma autografi per i fan

La vocalità del pezzo probabilmente deve qualcosa a quelle che la cantante ha dichiarato essere le sue fonti di ispirazione: artiste come Linda Perry, Janis Joplin, Fiona Apple e Mia Martini. Ci auguriamo che la partecipazione al Festival possa essere un trampolino di (ri)lancio per l’interprete milanese, vera e propria erede nostrana di Amy Winehouse. Giusy infatti nell’ultimo periodo risulta un po’ defilata dalla scena musicale: il suo ultimo album Il mio universo, risale al 2011, ma il prossimo disco è già stato annunciato per marzo 2014.

Giusy Ferreri, Ti porto a cena con me: video

Ti porto a cena con me

Di R. Casalino -D.Faini – R. Casalino

Ti porto a cena con me
Il tuo passato non è invitato
Lascia a casa le pene
Se me lo sono un po’ meritato
Ti porto a cena perché
Vorrei che tu mi togliessi il fiato
Riaverlo indietro da te
Come se fosse il mio compleanno
Il mio regalo
Avrei voluto scriverti una lettera
Anche se ormai si usa poco
Se fosse contagiosa la felicità
Adesso è fuori moda
Vorrei che tra le righe tu capissi che
Che nonostante il mio sorriso
Non tutto è stato semplice, ed anche se
Nascondo il peggio è perché il meglio è andato via con te

Ti porto a cena con me
Ho un conto aperto con il passato
Che pagherò io perché
Il tuo futuro non sia un inganno
Ti porto a cena perché
Nel caso avessi dimenticato
Il mio coraggio
Avrei voluto scriverti una lettera
Anche se ormai si usa poco
Se fosse contagiosa la felicità
Adesso è fuori moda
Vorrei che tra le righe tu capissi che
Che nonostante il mio sorriso
Non tutto è stato semplice, ed anche se
Nascondo il peggio è perché il meglio è andato via con te
Via con te
La verità è che mi sento morire dentro
La bugia è che non m’importa poi così tanto
Così tanto
Avrei voluto scriverti una lettera
Anche se ormai si usa poco
Se fosse contagiosa la felicità
Adesso è fuori moda
Vorrei che tra le righe tu capissi che
Che nonostante il mio sorriso
Non tutto è stato semplice, ed anche se
Nascondo il peggio è perché il meglio è andato via con te
Via con te

523

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 11/02/2014 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici