Daniele Silvestri: il testo di “Senza far rumore”, il nuovo singolo

Daniele Silvestri: il testo di “Senza far rumore”, il nuovo singolo

Sarà in tutte le radio da domani, 5 dicembre, “Senza far rumore“, il nuovo singolo di Daniele Silvestri , il terzo estratto da Monetine, il doppio album del cantautore italiano uscito lo scorso maggio. Il brano racconta di un dolore non comunicato, di un segreto che viene svelato e scoperto quando ormai è troppo tardi ed è il primo pezzo del prossimo lavoro discografico composto da soli inediti al quale sta lavorando l’artista.

Da qualche giorno, inoltre, è in distribuzione “Spiccioli“, la versione DBS (disc box sliders) a prezzo speciale di “Monetine”, un disco nel quale Silvestri ha ripercorso i suoi primi 15 anni di carriera cercando di ripescare quei brani che secondo lui meritavano una rivisitazione o un riascolto.

Nel cofanetto, infatti, ha inserito,”Monetine“, la canzone che ha dato il titolo all’album, la versione rinnovata di “Pozzo dei desideri“, un vecchio brano scritto nel 1999. Nei due cd, poi, si ritrovano i suoi grandi successi: Salirò, la Paranza, Cohiba.

Noi vi proponiamo il testo del nuovo singolo:

Testo-Senza far rumore

E intanto le tue dita
tessevano parole
Così senza fatica
e senza far rumore
Lo spazio di una riga
e avevi preso il volo
Un punto esclamativo
e rimanevo solo.

Così alla fine ti ho seguita
per tutta la punteggiatura
Assurdo non averti mai capita
e non riuscirci neanche ora.

Provando a starti dietro
nei continui saliscendi di
montagne russe in bilico
sul solco di malinconie
che non ti conoscevo
Costretto a decifrarti
e intanto mi perdevo io
che ero del tutto impreparato a questo
cielo grande
a migliaia di chilometri da me
e in mezzo al cielo
un fiore gigante
e ogni petalo è un qualcosa che non so di te

Ma come sei riuscita
ma come hai fatto amore
per tutta questa lunga vita
con tutto quel dolore
Senza far rumore, senza…
senza far rumore, senza…

Provando a starti dietro
nei continui saliscendi di
montagne russe in bilico
sul solco di malinconie che
non ti conoscevo
Provavo a decifrarti e intanto mi perdevo io
che ero del tutto impreparato
a questo cielo grande
a chilometri da me
e a questo fiore gigante
che adesso sto lasciando a te

Ma senza far rumore, senza…
senza far rumore, senza…

456

Segui Music Room

Gio 04/12/2008 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici