883: “Hanno ucciso l’uomo ragno”, il testo

883: “Hanno ucciso l’uomo ragno”, il testo
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Torna la nostra rubrica di Musica cult in cui ripercorriamo insieme le canzoni più belle e famose del panorama della musica italiana. Quella che vi propongo oggi è stata la canzone d’esordio degli 883 e ha fatto cantare tantissimi ragazzi e fan della band (che poi nel tempo ha perso uno dei due componenti storici). Si tratta di “Hanno ucciso l’uomo ragno” cantata da Max Pezzali e Mauro Repetto.

Ecco il testo di “Hanno ucciso l’uomo ragno” degli 883:

Solita notte da lupi nel Bronx
nel locale stan suonando un blues degli Stones
loschi individui al bancone del bar
pieni di whisky e margaridas
tutto ad un tratto la porta fa “slam”
il guercio entra di corsa con una novità
dritta sicura si mormora che I cannoni hanno fatto “bang”
hanno ucciso l’Uomo Ragno
chi sia stato non si sa
forse quelli della mala forse la pubblicità
hanno ucciso l’Uomo Ragno
non si sa neanche il perché
avrà fatto qualche sgarro a qualche industria di caffè
Alla centrale della polizia Il commissario dice che volete che sia
quel che è successo non ci fermerà Il crimine non vincerà
ma nelle strade c’è il panico ormai
nessuno esce di casa nessuno vuole guai
ed agli appelli alla calma in TV
adesso chi ci crede più
hanno ucciso l’Uomo Ragno Chi sia stato non si sa
forse quelli della mala forse la pubblicità
hanno ucciso l’Uomo Ragno
non si sa neanche il perché
avrà fatto qualche sgarro a qualche industria di caffè
giù nelle strade si vedono gang
di ragionieri in doppio petto pieni di stress
se non ti vendo mi venderai tu
per 100 lire o poco più
le facce di vogue sono miti per noi
attori troppo belli sono gli unici eroi
invece lui si lui era una star ma tanto non ritornerà
hanno ucciso l’Uomo Ragno
chi sia stato non si sa
forse quelli della mala forse la pubblicità
hanno ucciso l’Uomo Ragno
non si sa neanche il perché
avrà fatto qualche sgarro a qualche industria di caffè
hanno ucciso l’Uomo Ragno
chi sia stato non si sa
forse quelli della mala forse la pubblicità
hanno ucciso l’Uomo Ragno
non si sa neanche il perché
avrà fatto qualche sgarro a qualche industria di caffè

400

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Sab 24/04/2010 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
stefano.trentini
Stefano.trentini 24 aprile 2010 20:15

proprio vero, questa è una di quelle canzoni che hanno cantato e che anocra ricodradno benissimo un’intera generazione che allora erano ragazzi!!! uno di quei pezzi che rimangono nella sotiria della musica, per il loro grande apprezzamento da parte del pubblico. gli 883 sono stati un gran gruppo, e come tale rimarrano nella mente di chi li ha vissuti!!

Rispondi Segnala abuso
Seguici